[gmw_results]
Case chiuse in Germania | Italiani in Giro, Italiani all'estero, Lavoro all'estero per Italiani

Case chiuse in Germania

August 2, 2013 in Europa, Germania

Dal 1º gennaio 2002 in Germania la prostituzione è una attività legale,  dopo l’approvazione della Gesetz zur Regelung der Rechtsverhältnisse der Prostituierten, del 20 Dec 2001 

Le prostitute sono tenute a pagare le imposte sul reddito e l´Iva.

Possono lavorare con un contratto da lavoratrici dipendenti o come la maggior parte di loro autonome. Per combattere l’evasione fiscale, dato che i pagamenti avvengono in contanti, i comuni tedeschi applicano una tassa fissa da riscuotere giornalmente, sui 30 euro per prostituta.

Le case d´appuntamento,  comunemente dette bordelli, sono imprese registrate e per offrire cibo e bevande serve una normale licenza.

Dal 2006 i servizi della prostituzione possono essere pubblicizzati e i comuni possono decidere se vietare alcune zone delle citta’. 

Il Pascha nato nel 1972 e’ il piu’ grande bordello d’Europa. Si trova a Colonia ed ora è divenuto una catena di case di appuntamenti, presente non solo a Colonia, ma con filiali a Monaco di Baviera e Salisburgo.

 

Articolo tratto dal blog www.italianigermania.com

 

Cristiano Prudente


Lascia una risposta

Devi essere loggato per inviare un commento.