[gmw_results]
Oceania | Italiani in Giro, Italiani all'estero, Lavoro all'estero per Italiani

Stai visitando l'archivio per Oceania.

Differenze tra Australia e Nuova Zelanda per il lavoro

August 7, 2013 in Australia, Nuova Zelanda, Oceania

La Nuova Zelanda una nazione nell’Oceano Pacifico meridionale. È composta da due principali Isole, l’Isola del Nord e l’Isola del Sud e da isole minori, la gran parte delle quali disabitate, che formano 9 arcipelaghi minori, 5 dei quali fanno parte del Patrimonio dell’Umanità UNESCO. La capitale è Wellington, mentre la città più popolata è Auckland.
A 2000 Km a nord-ovest, separata dal mare di Tasmania, troviamo l’Australia, circondata dal Oceano Indiano e da quello Pacifico. È formata da Mainland l’isola principale, la Tasmania e altre piccole isole. La capitale e’ Canberra, ma la città più popolata è Sydney.
Per quanto rigurda il lavoro, l’offerta più recente arriva dalla Nuova Zelanda che offre la possibilità, a 30milioni di stranieri tra cui mille Italiani per una vacanza-lavoro a cui viene concesso un visto di 12 mesi per consentire ai giovani tra i 18 e i 30 anni di cercare un lavoro, cosa normalmente non permessa visto che per lavorare in questo Paese bisogna avere un contratto prima della partenza. Questo visto si chiama Working Holiday Visa e permette di lavorare anche a tempo pieno, l’unica condizione e’ quella di lavorare per non più di tre mesi con lo stesso datore di lavoro. Per coloro a cui interessa partire in Nuova Zelanda sappiate che le città con maggiore prospettiva di lavoro sono Auckland, Wellington e Christchurch soprattutto in ambito agricolo, turistico e della ristorazione. Però, molto importante per trovare lavoro è necessario avere una buona conoscenza dell’Inglese. A chiunque interessa, una volta trascorsi i dodici mesi del visto, si può ottenere il rinnovo per ulteriori 3 mesi solo però nel caso in cui si è lavorato nel campo viticoltura-orticoltura nei precedenti mesi. In Australia, invece, il governo ha stanziato 3.2 milioni di dolari per cercare giovani disposti a trasferisi a Sydnay o Melbourne. Le professioni sono molto remunerate e le più divertenti, per esempio è possibile fare lo specialista del divertimento, il fotografo, l’esploratore dell’entroterra, il ranger, il guardiano della fauna selvatica, insomma tanti lavori ben remunerati e molto speciali. Certo bisogna essere pronti a lasciare il proprio curriculum in giro per la città. In quanto l’Australia è un paese che apprezza coloro che si impegnano a cercare un lavoro e che si formano senza l’aiuto di nessuno, infatti è un paese che aiuta il lavoratore quando ne ha bisogno, per esempio se non si è soddisfatti del proprio lavoro, fa in modo che abbia la possibilità di trovare ciò che lo aggrada di più. Per il visto vengono concessi sia il Working Holiday valido per 12 mesi che non permette di lavorare per più di 6 mesi con uno stesso datore di lavoro, però è possibile rinnovarlo per ulteriori 3 mesi se si è lavorato nel campo viticoltura-orticoltura. Per il visto studio, nel quale si prevede un periodo per studiare nel quale è possibile avere un lavoro part-time, durante l’estate è concesso lavorare a tempo pieno. Quest’ultima procedura è una buona tattica per trovare più facilmente lavoro, infatti chi ha la possibiltà di fare qualche settimana di studio è fortemente  agevolato per la ricerca del lavoro.
Quindi per tutti i giovani che stanno cercando lavoro e’ una esperianza unica: questi 2 nuovi e stupendi Paesi vi invitano a partire e a tentare la vostra fortuna in un altro continente.

Sonia Odetto


Lavoro in Australia: come ottenere il visto

August 2, 2013 in Australia, Oceania

Per poter lavorare o studiare in Australia è necessario avere il passaporto in corso di validità e un visto. Per quest’ultimo è necessario sapere che il governo Australiano rilascia vari visti in base alle intenzioni, alle qualifiche e della prospettive di lavoro.
Uno dei visti è il Working Holiday. E’ concesso a coloro che vogliono soggiornare in Australia lavorando, ma devono far parte di determinate Nazioni. È valido per 12 mesi, ma consente di lavorare con lo stesso datore di lavoro per un massimo di 6 mesi e volendo da l’opportunità di studiare per un massimo di 4 mesi. Infatti è consigliato di studiare per i primi quattro mesi l’inglese per poi trovare più facilmente un lavoro. Durante questi 12 mesi si puo entrare e uscire dal Paese quando lo si desidera. Per ottenere questo visto viene richiesta un’età compresa tra 18 e 30 anni, avere almeno 3000 euro e non avere figli a carico. È possibile prolungare il soggiorno pagando una tassa governativa di $195 e, se si lavora in zone rurali per almeno 3 mesi, la validità del visto può essere prolungata di un’anno.

Invece per gli studenti di qualsiasi età, esiste lo Student Visa, che viene concesso solo se si è gia’ iscritti ad un corso studio full-time.
Concede l’opportunità di cercarsi un lavoro con un massimo di 20 ore a settimana durante i corsi, che permette di avere una paga sufficente per vivere. Nelle vacanze, invece, è permesso di trovare un lavoro a tempo pieno.
Per ottenere questo visto è necessario essersi già iscritti ad un corso-studio e ottenere il certificato d’iscrizione. Il tempo che viene stimato per ricevere il visto è all’incirca un giorno lavorativo, se invece lo si richiede online è pronto in mezz’ora.
Questi due visti sono i più semplici da ottenere, ma ne esistono altri che hanno un percorso un po’ più complicato, in quanto vengono richiesti per chi eventualmente vuole ottenere una residenza permanente.
Per maggiori informazioni potete visitare il sito Web del Department of Immigration and Citizenship del governo Australiano.

 

Sonia Odetto