[gmw_results]
Consigli utili per volare con i bambini | Italiani in Giro, Italiani all'estero, Lavoro all'estero per Italiani

Consigli utili per volare con i bambini

December 18, 2013 in Europa, Francia

Partire per una vacanza o iniziare una nuova vita assieme ai propri bambini non è sicuramente una cosa semplicissima, ma da qualche tempo è disponibile questa guida con regolamenti e consigli per viaggiare in compagnia dei propri figli.

La prima parte della guida si concentra sulle norme generiche, che riguardano ad esempio l’obbligo di presentare un documento di riconoscimento per ogni bambino, specificando magari in sede di richiesta, che si tratta di documenti specifici per viaggiare. Per i neo genitori è importantissimo sapere anche che i bambini al di sotto dei 7 giorni d’età non possono viaggiare, visto che ad esempio le condizioni di pressurizzazione presenti all’interno della possono rivelarsi particolarmente pericolose.

La successiva sezione riguarda invece i regolamenti delle più conosciute compagnie aeree. Ognuna di queste applica norme differenti per quanto concerne i neonati (0-2 anni) e i bambini (2-12 anni). Come regola base, le compagnie tradizionali sono quelle più generose per quanto concerne la prole, mentre le low cost fanno pagare quasi sempre il biglietto pieno.

Se si sta cercando un volo per Parigi, con Air France ad esempio i bambini possono usufruire di sconti che vanno fino al 15% per i voli nazionali e ad un massimo del 33% per quanto riguarda le tratte internazionali. Nel caso si opti invece per la Ryanair, i neonati pagano una tariffa fissa di 30€, mentre i bambini da 2 a 12 anni pagano lo stesso prezzo degli adulti. L’azienda irlandese non dispone di sedili supplementari per i neonati, mentre rialzi per sedie e culle possono essere ammesse dietro pagamento di una tassa per attrezzature infantili, il cui peso non deve superare i 20 kg.

La terza parte della guida presenta tutta una serie di utili consigli per preparare al meglio il viaggio con i bambini. E’ bene tenere a mente che i bambini mal sopportano gli spazi chiusi e che il dover stare una o più ore seduti, li può fare sentire parecchio nervosi, fino a farli piangere e complicare il viaggio. Consigliato a questo proposito, portare con se tutto il necessario per farli divertire durante il volo e le attese, oltre che farli “sfogare” il più possibile presso i baby corner e gli spazi verdi.

Per chi ha l’esigenza di far viaggiare i bambini da soli, diverse compagnie aeree presentano servizi d’accompagnamento indirizzati ai minori dai 5 ai 12 (o 14) anni. Questi servizi prevedono che una volta in aeroporto, i bambini vengano accolti da personale di fiducia al banco accettazione, dove attendono insieme il momento dell’imbarco. Successivamente vengono accompagnati a bordo dell’aereo e affidati a personale di cabina.

Articolo tratto dal blog italianifrancia


Lascia una risposta

Devi essere loggato per inviare un commento.