[gmw_results]
amsterdam | Italiani in Giro, Italiani all'estero, Lavoro all'estero per Italiani

Stai visitando l'archivio per amsterdam.

Amsterdam: il Light Festival

December 17, 2013 in Europa, Olanda

Dal 6 Dicembre al 19 Gennaio ad Amsterdam c’e’ il Light Festival, spettacolo di luci e colori per festeggiare i 400 anni dei canali, patrimonio dell’Unesco.
La capitale olandese e’ protagonista di un mix di luci e colori con piu’ di 30 opere di grandi artisti internazionali.
Due sono gli itinerari creati appositamente per ammirare l’Amsterdam Light Festival, uno e’ quello pedonale, chiamato “Iluminade”, un percorso da fare a piedi nel centro storico, visitando i giochi di luci e colori e l’altro, da percorrere navigando i canali della città, chiamato“Water Colors”.
Potreste fare un tour anche al Museo dei Canali, che permette di scoprire la storia dei canali di Amsterdam e della loro costruzione nel XVII secolo, a maggior ragione del 400esimo compleanno del cosiddetto “ring”.

Per ulteriori informazioni visitate il sito del Festival.

Cristiano Prudente dal blog italianiamsterdam.net


Vivere e lavorare ad Amsterdam: Emanuele

October 1, 2013 in Europa, Olanda, Storie di Italiani in Giro

 

Abbiamo intervistato Emanuele Leone, 28 anni di Foggia. Ex scout, ha sempre avuto la passione della cucina, perfezionata  durante i suoi numerosi viaggi. Ha frequentato il liceo scientifico a Foggia e si e’ iscritto alla facolta’ di Scienze della Comunicazione e Spettacolo ad Urbino. Conseguita la laurea, ha vissuto un anno a Valencia, imparando lo spagnolo e da circa due anni vive e lavora ad Amsterdam,  partito proprio da 0 e credendo fermamente nelle sue capacita’.

Ecco la sua intervista

Ciao Emanuele, quanti ami la vita olandese?

Salve a tutti!..vivo ad Amsterdam da due anni ormai, e non mi è mai capitato di annoiarmi!..dopo aver viaggiato tanto posso affermare che la qualità della vita in Olanda è nettamente superiore a qualunque altro posto in Europa, e per qualità della vita intendo servizi offerti, impiego e relativi stipendi, verde pubblico, tasso di inquinamento, vivibilità urbana e tempo libero. Senza contare il fatto che rappresenta un baluardo all’avanguardia nel panorama multiculturale europeo…qui c’è davvero tutto il mondo!

Quanto e’ importante esportare la cultura culinaria italiani all’estero? E’ apprezzata?

Ho lavorato nel settore ristorazione per tanti anni quando ero in Italia..e sono una di quelle persone convinte che la dieta mediterranea sia la migliore al mondo, convinta, in generale che la qualità del cibo italiano non ha eguali!..esportare la nostra cultura all’estero ha rappresentato per molti un ottimo business che ha fruttato decisamente bene!..qui ad Amsterdam è pieno di ristoranti italiani, soprattutto nel centro e sono molto apprezzati…l’unica cosa che non riesco a spiegarmi è come possa essere possibile entrare in un ristorante suppostamente italiano, e realizzare che il cuoco è indiano, i camerieri sono cinesi e il proprietario è pakistano!…per questo, occhio sempre a dove andate a mangiare se venite ad Amsterdam…conviene sempre spendere un pò di più e andare in un ristorante realmente italiano che mangiare una lasagna riscaldata al microonde e pagarla comunque 10 euro; questo non è esportare la cultura italiana all’estero..questo è strumentalizzare il tricolore!

Amsterdam da vivere, quali posti consigli di visitare?

Partendo dal presupposto che Amsterdam è tutta bella, io consiglio sempre di lasciar perdere i posti spudoratamente turistici come Leidseplein e di affittare piuttosto delle biciclette e letteralmente “perdersi” ad Amsterdam!..è la maniera migliore per capire realmente il feelng di questa città…molto spesso le cose piu belle ci appaiono quando non ce lo aspettiamo….quindi la migliore birra non si trova in piazza in centro, ma in un mulino-fabbrica di birra che si trova fuori (prendete il tram 10 e scendete alla fermata “dappermarkt”)..i migliori bar non si trovano a Dam Square…ma disseminati tutt’intorno…nelle piccole stradine che i turisti non noterebbero mai!..questo è quello che farei io..uscirei ad Amsterdam senza una meta e mi lascerei sorprendere da tutto ciò che incontro in giro!

Coffee shop e red light district, come vengono gestiti dal governo olandese? C’e’ criminalita’ a riguardo?

Coffee shop e red light district sono la fetta piu grande degli introiti del comune di Amsterdam…ovviamente!…e sono gestiti alla grande!!!..Amsterdam è una delle capitali piu sicure in Europa e non c’è assolutamente criminalità riguardo queste, diciamo “caratteristiche” credo che l’Italia dovrebbe adottare lo stesso modello olandese…sarebbe una buona spinta per uscire dalla crisi e dare un calcio alla criminalità organizzata. Abbiamo moltissimo da imparare dagli olandesi!..l’italia, mi dispiace, sta indietro anni luce.

Hai vissuto anche a Valencia, quali aspetti preferisci di Valencia e quali di Amsterdam?

Sono due città molto diverse sotto alcuno punti di vista e molto simili sotto altri….di Valencia non dimenticherò mai il clima di festa perenne…..sia in estate con il sole, il mare e le serate all’aperto….sia in inverno con tutti gli Erasmus e le serate nei club!..dagli spagnoli dovremmo imparare la capacità di sorridere e divertirsi nonostante tutto…loro stanno messi peggio dell’Italia..però si divertono…noi italiani ci lamentiamo soltanto e amiamo piangerci addosso!..ad Amsterdam si lavora…si lavora tanto però si guadagna bene e ci si diverte anche tantissimo….se non fosse per il clima sarebbe la città ideale per vivere…ti fornisce il giusto equilibrio di tutto…lavoro…divertimento…indipendenza e soddisfazione…gratificazione personale…..è una città costruita assolutamente a misura d’uomo!

Che consiglio daresti a chi vuole trasferirsi ad Amsterdam?

Di farlo al piu presto!..puntate su voi stessi e date il 100%!..qui vige la meritocrazia…quindi se fate bene sarete ricompensati…e poi, volete mettere il vivere in una città multiculturale come Amsterdam dove ogni giorno è diverso da quello prima e quello dopo..unico e irripetibile??..il consiglio che darei è quello di non partire sconfitti e di tenere duro…rifarsi una vita…soprattutto all’estero non è facile, ma alla fine paga!

Cristiano Prudente

Se volete contattare Emanuele per consigli o anche per una semplice chiacchierata e’ qui su facebook: https://www.facebook.com/emanuele.leone e potete seguire anche il suo blog: Surving Amsterdam :)


Curiosita’ ad Amsterdam: la storia della “biciclette bianche”

August 2, 2013 in Europa, Olanda

Amsterdam e’ la capitale con il piu’ alto tasso di biciclette nel mondo.

Ma bisogna sapere che tutto parti’ con il “Piano delle biciclette bianche“. 

Il piano, nato nel 1965 in pieno boom automobilistico, dal movimento anarchico dadaista Provos,  prevedeva la socializzazione delle biciclette, dipinte di bianco.

I Provos dicevano “La bicicletta bianca è anarchica e simboleggia semplicità e igiene di fronte alla cafonaggine e alla zozzeria dell’automobile. Una bicicletta non è nulla ma è già qualcosa”, andavano contro la societa’ capitalista e scelsero il colore bianco, perche’ annulla tutto, soprattutto la proprieta’.

Tutti potevano usare e lasciare le cosiddette “biciclette bianche”: bici gratuite, in ogni angolo della citta’ .

L’iniziativa si estese da Stoccolma a Berkeley, da Praga a Oxford..

Ad Amsterdam la risposta della polizia fu immediata. Sequestrarono un grande numero di biciclette, accusando i cittadini di istigazione al furto , in quanto le biciclette erano senza lucchetto e catena.

Cristiano Prudente

Articolo tratto dal blog www.italianiamsterdam.net