[gmw_results]
italiani in australia | Italiani in Giro, Italiani all'estero, Lavoro all'estero per Italiani

Stai visitando l'archivio per italiani in australia.

Vivere e lavorare in Australia: la storia di Natalino

September 26, 2013 in Australia, Oceania, Storie di Italiani in Giro

Mi chiamo Natalino Fallacara, ho 26 anni,  sono nato a Bari ma ho sempre vissuto a Bitonto (BA). Sono sempre stato affascinato dall’idea di “viaggiare” e ma non ho mai avuto un’idea precisa di dove provare a trovare una sistemazione definitiva. Ho visitato diverse nazioni europee da turista che mi hanno aiutato a consolidare la voglia di evadere, la voglia di “diverso” e la voglia di migliorare la conoscenza della lingua inglese. Da un po’ di tempo mi girava nella testa l’opzione Australia e lo scorso anno ho preso la palla al balzo e grazie all’aiuto di un amico che mi ha “introdotto” in Australia, backpack in spalla e via, parte l’avventura.

Ciao Natalino, da quanto tempo vivi in Australia?

Sono in Australia dallo scorso Dicembre 2012, munito del mio visto Working Holiday che ha la durata di un anno.

Come e’ nata l’idea di trasferirti proprio li,?

L’idea e’ nata nel momento in cui, sembrero’ scontato e banale ma purtroppo e’ la realta’ dei fatti, ho cominciato a notare che la vita in Italia mi stava facendo appassire, non riuscivo a trovare un lavoro che mi soddisfacesse che mi facesse dare il meglio di me, ero sempre opaco sia sul posto di lavoro sia nella vita quotidiana, avevo bisogno di una svolta, avevo bisogno di un’esperienza forte che mi facesse tornare l’entusiasmo. Da un po’ di anni a questa parte c’e’ sempre l’Australia come meta numero uno di giovani in cerca di esperienze nuove, allora mi sono detto “perche’ no..”

Di cosa ti occupi?

Principalmente il mio viaggio in Australia e’ basato sul girare il continente visitando posti sempre nuovi, ecco perche’ ho puntato sull’occupazione “Picker”, in pratica raccolgo frutta e vegetali di ogni tipo. Ho scelto questo tipo di lavoro perche’ ti permette di girare l’Australia e non di restare sempre in un posto a differenza di un posto di lavoro fisso. In questo modo riesco ad accumulare soldi lavorando 2-3 mesi e poi posso permettermi di viaggiare per altrettanti o quanto mi pare. Penso sia una delle esperienza piu’ belle che io abbia mai fatto, non avevo mai fatto il contadino in vita mia, anche se penso che qui sia visto con occhi diversi dato che il fenomeno “backpackers” e’ fondato principalmente su questo tipo di lavoro. Allo stesso tempo ovviamente sono disponibile per qualsiasi occupazione, ho lavorato per un breve periodo per un’azienda di traslochi e ora sto’ lavorando come falegname. Me never stop you know?!

Quali difficolta’ hai incontrato all’inizio della tua esperienza?

Be’, all’inizio non e’ stato semplice ovviamente, avevo una leggera base d’inglese ma non sufficente ad approcciare con il duro slang australiano. Allo stesso tempo questa e’ la mia prima esperienza fuori casa e non ho scelto la piu’ semplice per cominciare partendo da 24mila km da casa. Fortunatamente la gente qui e’ davvero socievole e disponibile essendo abituati ad ospitare gente from all over the world, e questo ha reso tutto un po’ piu’ semplice e piacevole.

Quanto hai migliorato il tuo inglese?

Be’ il mio inglese e’ migliorato giorno dopo giorno sempre piu’, ho sempre cercato di essere a contatto con gente non italiana (anche se qui pullula di italiani, impossibile non averci a che fare) mi sono sempre imposto di avere a che fare sempre e solo con la lingua inglese. Ora di certo manco ancora di estrema padronanza del linguaggio, alcuni termini continuano ad essere nuovi, ma vivo con una coppia di amici australiani quindi la cosa e’ forzata ancora di piu’ e ne sono davvero contento, riesco ad avere discorsi fluidi senza intoppi, addirittura quando mi capita di pensare e parlare tra me e me lo faccio in inglese, intercalari in inglese tutto in inglese, a volte quando parlo con qualche italiano mi dimentico come si dice una parola in italiano e la  dico in inglese chiedendo “come si dice in italiano?”.

Che progetti hai per il futuro?

Progetti per il futuro.. a dire la verita’ sono uno che non ha mai progettato niente (a volte me ne pento perche’ faccio le cose sempre all’ultimo momento e magari sarebbero potute andare meglio con un minimo di progetto alle spalle), pero’ diciamo che potrei richiedere il secondo visto qui in Australia allungando la mia permanenza qui un altro anno, o conquistare nuove mete. L’Italia e’ casa mia, ma mi auguro di trovare felicita’ e sistemazione in un posto diverso dove non mi sento oppresso. Partendo dal presupposto che secondo me l’Australia sta diventando un po’ invasa da giovani di tutto il mondo, ho sentito esperienze di ragazzi che hanno fatto questa esperienza 5-10 anni fa e raccontano di stile di vita totalmente diverso, la vita del backpaker era totalmente piu’ facile, non era una “moda” il viaggio in Australia, il lavoro era semplice da trovare (we always struggle now to find available jobs) e l’invasione da parte dell’Asia e’ pazzesca.

Che consigli daresti a chi vuole fare un’esperienza di lavoro in Australia?

Diciamo che il mio consiglio e’ di puntare sulla West Coast zona Perth cosi’ come il South Australia e Tasmania per quanto riguarda il campo lavoro. La East Coast e’ tanto bella quanto satura di gente in cerca di lavoro. Il mio consiglio e’ semplice: e’ un’esperienza da fare, ti arricchisce piu’ di quanto pensi, ti regala emozioni e delusioni che ti formano in maniera notevole. E soprattutto i miei occhi hanno visto posti che non so se potro’ rivedere mai da altre parti.

 

Cristiano Prudente


Offerte di lavoro come insegnante di italiano in Australia

September 23, 2013 in Australia, Oceania, Offerte di lavoro per Italiani all'Estero

St Clare’s Catholic High School   
Applications are sought for the position of RE/Italian Teacher

The successful applicant will join a committed, cohesive team. It is envisaged that the successful applicant will be committed to the Catholic ethos of St Clare’s and utilisation of effective learning and teaching strategies and technologies to enhance 21st century pedagogy. *Ability and willingness to teach a variety of teaching/learning strategies.
*Confidence in integrating technology into the curriculum.
*Proven experience in maintaining and improving the high performance of students.
*Work collaboratively with students and staff.
*Readiness to participate in ongoing professional development offered by the school.
*A strong commitment to the Catholic faith in practice and lifestyle, witness and modelling.
Applicants should include full transcripts of qualifications, details of relevant experiences as well as the names and contact details of at least two professional referees, one of which must be your current principal.
Applications close: 11-10-2013

 

Candidati attraverso questo link:

http://www.teachers.on.net/view/221828/?ref=c2VhcmNoW29iamVjdC5yZWdpb25dPSZzZWFyY2hbdmFjYW5jeS5sZXZlbF09JnNlYXJjaFt2YWNhbmN5LnN1YmplY3RdPSZzZWFyY2hbdmFjYW5jeS5qb2JfdHlwZV09JmtleXdvcmQ9JmFjdGlvbj1zZWFyY2gmcGFnZU5vPTE1

 

Mildura Christian College

Mildura Christian College is a small Christian school catering for students from Prep to Year 10. Our mission is to partner with parents and the wider community to “tell the next generation the praiseworthy deeds of the LORD, His power, and the wonders He has done.” (Psalm 78:4 NIV) Working together, we strive to develop the gifts and talents that God has given each individual. Our aim is to serve the Christian families of Sunraysia through the provision of high quality, Christ-cetered, Biblically-based education.  Established in 1981, the school is well supported by the wider Christian community and has developed a reputation for excellence.

All applications must be submitted with our application form. This can be downloaded below or at our website.
Italian Teacher

Mildura Christian College is seeking to employ a suitably qualtified languages (Italian) teacher.  Applicants should have a good knowledge and understanding of Italian language, culture, and geography.  Position is 0.3 (FTE).

Candidati attraverso questo link:

http://www.teachers.on.net/view/219877/?ref=c2VhcmNoW29iamVjdC5yZWdpb25dPSZzZWFyY2hbdmFjYW5jeS5sZXZlbF09JnNlYXJjaFt2YWNhbmN5LnN1YmplY3RdPSZzZWFyY2hbdmFjYW5jeS5qb2JfdHlwZV09JmtleXdvcmQ9JmFjdGlvbj1zZWFyY2gmcGFnZU5vPTIx