[gmw_results]
remunerazione in argentina | Italiani in Giro, Italiani all'estero, Lavoro all'estero per Italiani

Stai visitando l'archivio per remunerazione in argentina.

Salario minimo in Argentina

August 30, 2013 in Argentina, Sud America

Il salario minimo è uno quota minima di denaro, stabilita dalla legge, per un certo periodo di lavoro (ora, giorno o mese) che il datore di lavoro deve retribuire al dipendente.

L’Argentina è al 26esimo posto della classifica mondiale, per il salario minimo più elevato, nella quale al primo posto troviamo l’Australia seguita dal Lussenburgo.

In base alla Legge argentina sul contratto di lavoro, il “salario di sussistenza è il minimo da versare in contanti, al lavoratore che non ha a carico una famiglia, in modo che possa garantirsi l’alimentazione adeguata, un alloggio, l’istruzione, il vestiario, l’assistenza sanitaria, il trasporto e delle vacanze”.

Infatti un semplice dipendente guadagna €3.79 all’ora, che è il minimo concesso, lavora 48 ore a settimana e guadagna circa €9.449 all’anno.

Il Consiglio nazionale per l’occupazione, la produttività e la minima Living Wage  ha deciso di aumentare il salario minimo del 25% nel maggio del 2013 raggiungendo i 3600 pesos (circa 498 euro). Così adesso il salario minimo argentino è il più alto in America Latina sia dal punto di vista del valore nominale che di quello d’acquisto.

Inoltre dal 2003 il salario minimo è incrementato del 1700% e secondo gli ultimi dati ufficiali disponibili il tasso di disoccupazione registrato in Argentina nel primo trimestre del 2013 è stato del 7,9%.

Sonia Odetto