[gmw_results]
Saro di Adrano provincia di Catania | Italiani in Giro, Italiani all'estero, Lavoro all'estero per Italiani

Stai visitando l'archivio per Saro di Adrano provincia di Catania.

Saro a Malta con il progetto Leonardo

August 1, 2013 in Europa, Malta, Storie di Italiani in Giro

Abbiamo avuto il piacere di intervistare Saro di Adrano provincia di Catania.

Ha una laurea in Scienze Politiche indirizzo Sociologico e ha fatto parte della Scuola Superiore di Catania per la formazione universitaria di Eccellenza, conseguendo anche un Master di II livello in Marketing e Commercio internazionale.

Ciao Saro, raccontaci come mai hai deciso di partecipare al Progetto Leonardo? Quali sono state le tue principali motivazioni? E Come mai hai scelto Malta come destinazione?

Dopo aver preso visione del Progetto Leonardo sul sito Ticonsiglio.com mi sono affrettato ad inviare la domanda di partecipazione. Attraversavo un periodo di vuoto lavorativo ed l’idea di utilizzare questo intervallo di tempo per fare un’esperienza all’estero che potesse incrementare le mie conoscenze linguistiche e professionali mi allettava. Ho scelto Malta perché pur essendo piccola e non lontana dal mio luogo di provenienza, si respira un’aria veramente internazionale. Il clima piacevole, il mare e il possibile divertimento hanno fatto il resto.

2 Quali sono le principali differenze nel mondo lavorativo che hai notato nella tua permanenza? Hai incontrato delle difficoltà e se si come le hai superate?

A Malta la percentuale di disoccupazione è veramente bassa, ma i lavori seppur abbondanti, sono sottopagati. Lo stipendio medio si aggira sulle 800 euro e il costo della vita non è basso. L’isola vive di importazioni e ovviamente l’onere dei trasporti grava sulla vendita con il risultato che frutta e verdura e i beni di prima necessità sono considerati prodotti di lusso. Se prima di partire il desiderio di trovare un possibile lavoro nell’isola era forte, adesso devo ammettere, a malincuore, che la mia prospettiva è cambiata. Avendo la possibilità di scegliere opterei, quindi, per una collocazione stabile in Italia.

Pensi che questa esperienza, sotto il profilo professionale e personale, sarà importante per te? Consiglieresti ad un tuo amico di andare a lavorare a Malta?

L’esperienza di vita e lavoro all’estero serve sempre per crescere professionalmente e umanamente. Consiglio a tutti, se hanno la possibilità di farlo, di prendere parte a progetti europei come questo, ne usciranno arricchiti e vivranno un’esperienza che sicuramente ricorderanno per il resto della loro vita. Vivere con persone di nazionalità diversa, parlare una lingua che non è la tua e inserirti in un contesto culturale a te estraneo cambia la prospettiva e il modo di vedersi e rapportarsi al mondo.

4 Parlaci un po’ della cucina maltese, consiglieresti ai nostri lettori un piatto tipico o una bevanda particolare che si deve provare se si và a visitare questa splendida isola?

Non esiste una cucina tipica Maltese. L’isola situata nel cuore del mediterraneo, risente in tutto e per tutto della cultura europea e delle sue abitudini alimentari. Di caratteristico si possono trovare solo le Pastizzerie dove puoi comprare a bassissimo costo qualcosa che ricorda, in tutto e per tutto, la tavola calda siciliana.

Qual è i luogo più bello che hai visitato? E perché ?

Il luogo più bello di Malta è senza dubbio Comino. Questa piccola isola offre un panorama mozzafiato. Lo specchio d’acqua è così chiaro e limpido da sembrare una piscina artificiale. Se si ha la fortuna di viverla senza troppi turisti è un’esperienza unica nel suo genere.

bannerinoLD

6 Le lingue ufficiali sono l’inglese e il maltese, ma nelle guide turistiche viene riportato che i 2/3 della popolazione parla pure l’italiano. Potresti dirci in che lingua ti esprimi abitualmente?

Purtroppo l’italiano è di casa e tutti, o quasi, lo parlano correttamente. Ad eccezione dei turisti e degli studenti, difficilmente incontri qualcuno che comunichi in inglese. Insomma non è sicuramente un ottimo posto per chi vuole migliorare la conoscenza della lingua.

Quali consigli daresti alle persone che sono in procinto di partire per la Malta?

Se la loro aspettativa è migliorare o imparare la lingua inglese consiglierei di volgere il loro sguardo altrove; se invece vogliono vivere un’esperienza di vita in un isola piena di sole, mare e bella gente consiglio di partire e godersela.

Andresti a vivere a Malta ? Motivaci la tua risposta.

Per lavoro andrei ovunque, ma onestamente se potessi scegliere non mi stabilirei permanentemente a Malta; rimane comunque un isola piccola e a lungo andare l’impossibilità di spostamenti mi peserebbe.

Rodolfo Borghese

Articolo tratto dal blog www.italianimalta.com