[gmw_results]
Sud Africa | Italiani in Giro, Italiani all'estero, Lavoro all'estero per Italiani

Stai visitando l'archivio per Sud Africa.

L’amore per l’Africa: la storia del giramondo Stefano

September 17, 2013 in Storie di Italiani in Giro, Sudafrica

Siyaphambili della township Langa (Cape Town)

 

Mi presento, mi chiamo Stefano nato ben 34 anni fa in provincia di Ancona. Mi e’ sempre piaciuto conoscere nuove persone e nuove culture, per cui gia’ nel 2003 decisi di interrompere gli studi ed andare a lavorare prima in Messico e poi alle Isole Canarie. Tornai in Italia per finire l’Universita’ e poi subito in partenza. Dal 2006 non mi sono piu’ fermato: Irlanda, Australia, Sud Africa con qualche periodo in Spagna e Londra. Viste le tante domande che ricevevo da amici e conoscenti, decisi di creare un sito web. Cosi nasce il mio progetto http://viviallestero.com .

 

Ciao Stefano, ti cosa ti occupi precisamente?

 

Come dicevo nella presentazione, attualmente il mio lavoro e’ quello di aiutare gli italiani a trasferirsi all’estero. 4 anni fa ho creato il sito http://viviallestero.com dove fornisco tanti aiuti per chi vuole fare il grande passo. Oltre ad essere un lavoro , e’ anche una grande passione. Essere utile a qualcuno che si trova in difficolta’ e che vuole seguire le mie orme e’ sempre stata una mia aspirazione.

 

Dove vivi ora?

 

In questo ultimo periodo non ho una dimora fissa, sto aspettando di vedere come si svilupperanno certi progetti per decidere. Negli ultimi due anni ho vissuto in Sud Africa ed Australia, due nazioni fantastiche.

 

Secondo le tue esperienze lavorative all’estero, qual e’ il posto che puo’ offrire di piu’ ad un italiano?

Dipende da vari aspetti. Se si ha meno di 31 anni ed un buon livello d’inglese, ancora consiglio di provare la carta Australia con il Working Holiday VISA, altrimenti bisognerebbe valutare caso per caso. Ad esempio l’Olanda offre molto lavoro per il settore IT, ma non ne offre altrettanto in settori diversi. Per cui e’ un po’ difficile rispondere a questa domanda.

 

Cosa ti e’ rimasto piu’ nel cuore?

Mi e’ rimasto nel cuore il sorriso degli africani, l’Africa nera e povera. E’ incredibile pensare come in certe zone cosi povere la gente viva cosi’ tranquilla e serena. A volte quando incontravo queste persone mi chiedevo se la ricchezza, il lavoro ed il successo siano proprio le armi che ti fanno perdere la felicita’.

 

Quanto e’ importante la conoscenza della lingua inglese per il mondo del lavoro?

E’ fondamentale. Come racconto anche in un articolo nel mio sito, la geografia del mondo del lavoro e’ cambiata. Se prima eravamo in pochi a girare il mondo in cerca di lavori manuali (es: lavapiatti, muratore, camerieri) ora ci  troviamo di fronte alla concorrenza di tante altre persone, provenienti da altre nazioni, con un livello d’inglese piu’ alto del nostro. Ad esempio paesi dell’est europa che ancora non vivono in una buona situazione a casa loro e che quindi cercano qualsiasi lavoro all’estero. Per cui bisogna studiarlo, piu’ e’ buono il nostro inglese e piu’ porte aperte troveremo.

 

Vivere all’estero..E’ una scelta che rifaresti?

Certo! La crisi e’ stata soltanto una spinta che mi ha dato il coraggio finale, ma gia’ in mente c’era da tempo quest’idea. Non e’ soltanto una questione di lavoro, ma il conoscere nuove culture, nuove storie, nuove abitudini ti apre la mente e ti regala tante emozioni. Rifarei tutto passo per passo.

 

Che progetti hai per il futuro?

Quelli di far crescere i miei progetti online, aiutare tante persone che non riescono piu’ ad arrivare alla fine del mese in Italia e, soprattutto, voglio continuare a girare il mondo. Viaggiare e conoscere sono due elementi che non potranno mai mancare nella mia vita.

Cristiano Prudente