[gmw_results]
Vivere e lavorare in Brasile: l’intervista a Bibianna | Italiani in Giro, Italiani all'estero, Lavoro all'estero per Italiani

Vivere e lavorare in Brasile: l’intervista a Bibianna

December 3, 2013 in Brasile, Storie di Italiani in Giro, Sud America

Sono Bibiana, italiana di Montegranaro in provincia di FermoAbito in Brasile dal 1995, sposata, due figli di 16 e 12 anni. Amo la vita, entusiasmarmi, sognare, conoscere persone, contribuire con le stesse perché raggiungano ed ottengano la felicita!!!
Sensibilissima, leonina ascendente in cancro.
 
Questo il suo curriculum e la sua intervista
 
 Master Personal, Professional ed Executive Coach SBC – Società Brasiliana di Coaching , certificato da BCI – Behavioral Coaching Istituto e ICC Consiglio Coaching Internazionale
Couching Soul di Denise Linn
Expertise in Salute & Benessere Coaching ( attività assistenziali connesse ) in società e Coaching per Espatriati (Cross Cultural Coaching )
NLP Practitioner da ABPNL – Accademia Brasiliana di PNL
Alpha Formazione e valutazioni da Quantum Quantum Università degli analisti
Formazione in International Business and Management
Membro di ISMA – Lo stress International Management Association
Membro di ABQV – Associazione Brasiliana della qualità della vita
Membro della SBC – Società Brasiliana di Coaching
Membro della IFC – Federazione Coaching Institute
Inizialmente sviluppato la sua carriera nel settore delle vendite internazionali coordinare team di vendita , lo sviluppo e l’attuazione di attività promozionali
Ha lavorato come regista e di business e la responsabilità amministrativa in aziende di medie e grandi in Italia e in Brasile da oltre 15 anni , coordinando squadre di vendite, promozioni e sviluppo del prodotto
Lunga esperienza in missioni commerciali Italia – Brasile come interprete , accompagnatore e organizzatore di eventi e fiere
Coautore del libro ” Coaching in Practice ” Editore di Francia
 
Ciao Bibianna, perche’ hai lasciato l’Italia?
 

Perche ho lasciato l’ Italia? Le ragioni di una partenza……

sin da piccola ho sempre desiderato di conoscere luoghi diversi, pensavo ai missionari, alle persone che viaggiavano per lavoro.
In realta…..viaggiavo per lavoro….amavo farlo…mi occupavo della rete vendita di una commerciale e ogni mese ero in giro!!!
Sono stata sempre molto curiosa!!!  C’e chi decide di restare nel proprio paese e chi invece se ne va. Io faccio parte del secondo gruppo.
In realtà ho sempre amato L’ Italia, la mia terra, un paese che mi manca ogni giorno. Un paese che nonostante le difficoltà, i difetti e’ il mio paese.
Sono Italiana nel mio DNA. Perché ho lasciato l’ Italia?? Per amore!!! Ho seguito il mio cuore…..Ho conosciuto un italo brasiliano che abitava in Italia da 20 anni e nel 1994 e’ tornato a Sao Paulo del Brasile per motivi di lavoro. HO seguito il cuore…..nel 1995 ci siamo sposati in Italia, esattamente a Montegranaro e siamo tornati insieme A Sao Paulo….e così inizia l’ avventura!!!

Da quanto tempo vivi in Brasile?

    Vivo in Brasile dal 1995 – esattamente luglio 1995

Di cosa ti occupi?

   Sono  specializzata in life, career, business & corporale coaching e neii servizi di appoggio all’ internazionalizzazione   Italia Brasile.

  Svolgo consulenze individuali ed in gruppo.
 
Tengo corsi per lo sviluppo del potenziale umano.  Specialista nella Psicologia positiva applicata al coaching
Orientamento per i giovani che stanno scegliendo la facoltà o un lavoro. Nell’ ambito aziendale mi occupo di analisi di fabbisogni formativi, motivazione del personale, facilitazione nei processi relazionali.
Nei servizi di internazionalizzazione offro un supporto strategico e operativo nel campo, affiancando il cliente nel contatto con i potenziali partner e supportandolo step by step nelle trattative commerciali in loco.
I progetti di internazionalizzazione sono modulabili a seconda delle esigenze delle aziende: 
Dossier paese e mercato di riferimento e ricerca e analisi del settore di riferimento;
Ricerche di mercato qualitative e quantitative in ambito trade e retail sul posizionamento dei concorrenti e dei consumatori/del mercato di riferimento;
Rilevazioni prezzi e analisi del price point. Ricerca partner commerciali e identificazione delle opportunità sul mercato brasiliano;
Organizzazione appuntamenti B2B con potenziali partner commerciali e missioni commerciali;
Partecipazione a fiere di settore;
Servizi in outsourcing di ufficio di rappresentanza commerciale / ufficio export sul territorio brasiliano;
Servizi in outsourcing di ufficio di trade marketing sul territorio brasiliano;
Ricerche di personale qualificato e servizi di interpretariato;
Supporto nella costituzione di new company con partner locali, joint venture, ecc.
 
Quanto e’ importante la conoscenza dell’inglese nel tuo lavoro?

Importantissima!  Oggi giorno l’ inglese e’ una lingua fondamentale, in futuro la sua importanza aumenterà ancora di più


Con il boom economico , l’internazionalizzazione delle imprese e la più vicina grandi eventi sportivi in Brasile , non è mai stato così necessario avere la padronanza di una seconda o anche una terza lingua . Per il mercato del lavoro , l’ inglese , che rimane la corsa più ricercate nelle scuole , comincia ad essere considerata come una competenza di base , anche se gli studi indicano che solo circa il 5 % della popolazione conosce la lingua .

 
” Siamo passati attraverso uno scenario economico di internazionalizzazione delle imprese . Molte aziende provenienti da  diversi diversi paesi del mondo si stanno stabilendo in Brasile . L’ inglese e’ importante non solo per la carriera ma per la vita.
 
 
 
 
 
Ci sono tanti italiani in Brasile? in genere di cosa si occupano?
 

Attualmente vivono in Brasile 25 milioni di discendenti di italiani


 
Che visti servono per lavorare in Brasile per un italiano?
Fondamentalmente le regole per ottenere permessi di lavoro per gli stranieri sono dotate di 02 risoluzioni normativi (RN) del Ministero del Lavoro :
 
1 ) Per le persone fisiche : NR 84 del 2009 che afferma in sostanza :
Investimenti comprovata vale meno di R $ 150.000,00 ( centocinquantamila reais ) , validità del visto, tre ( 3) anni .
 
2 ) Per le persone Juridicas : RN n ° 95 del 2011 , che ha sostanzialmente la seguente
 
La società civile di commercio o che intendono nominare uno straniero di agire come amministratore , direttore , direttore esecutivo o devono essere conformi ai requisiti stabiliti dal Ministero del lavoro e dell’occupazione , in quanto le disposizioni legali relative alla costituzione della società e dimostrare :
 
I – gli investimenti in valuta estera pari o superiore a R $ 600.000,00 ( seicentomila reais ) per Administrator , Manager, direttore esecutivo o chiamata su presentazione di Sisbacen -Electronic Registration dichiarativo di investimenti diretti esteri in Brasile , dimostrando la il pagamento di investimenti in società beneficiaria ;
 
OR
 
II – investimenti in valuta estera pari o superiore a US $ 150,000.00 ( 150.000 dollari ) per ogni amministratore , manager , direttore esecutivo o chiamata su presentazione Sisbacen – Electronic Registration dichiarativo di investimenti diretti esteri in Brasile , dimostrando l’integrazione della partecipazione nella società beneficiaria , e generare dieci nuovi posti di lavoro , almeno nei due anni dopo l’installazione dell’ingresso della società o amministratore , manager , direttore o esecutivo . “


Che consiglio daresti a chi vuole trasferirsi in Brasile?


Sempre più italiani mi scrivono con l’ intenzione di trasferirsi in Brasile. Molti dicono di essere disposti a tutto pur di lasciare l’ Italia e cambiare vita in Brasile. Complice la crisi economica che soffoca i piccoli e medi imprenditori e la mancanza di prospettive per i giovani che fanno fatica ad inserirsi in un mercato del lavoro sempre più bloccato. Sognano un Paese in crescita: opportunità come non ce ne sono mai state, un popolo allegro, uno stile di vita più rilassato, una società migliore…..alcune cose vere , altre molto meno. Oggi trasferirsi in Brasile non e’ affatto semplice. Molti giovani, sono disposti a trasferirsi in brasile disposti a fare qualsiasi lavoro come il barista o la cameriera……qui sono lavori poco qualificati e pagati poco che non permettono una vita dignitosa.
Attualmente sono gli imprenditori che possono trarre le maggiori opportunità dal mercato brasiliano pero bisogna conoscere il Brasile, cercare di capire come funzionano le logiche  di questo immenso paese, comprendere che vita si vuole fare. Investire in una attività commerciale? Investire nell’ import-export? 
Imparare bene in portoghese ‘e fondamentale per trasferirsi in Brasile e inserirsi nel mercato lavorativo. 
Attualmente il Brasile ha un incredibile bisogno di mano d’ opera qualificata in realtà pero’ non ha creato politiche per attrarre mano d’ opera straniera.
Trasferirsi in Brasile e vivere a 10mila chilometri da casa non e’ una passeggiata. Prima di fare il grande passo bisogna pensarci bene. Qui ci divide un oceano, molte ore di volo e il biglietto costa centinaia di euro.
Trasferirsi in Brasile ‘e una scelta che richiede coraggio, voglia di mettersi in gioco, spirito di avventura e di adattamento. Le opportunità ci sono …. come anche tante insidie.
In molti diciamo che il Brasile ‘e simile all’ Italia…..Sicuramente molte affinità, ma anche tante differenze. 
Ringraziamo la gentilissima Bibiana augurandole un grande in bocca al lupo per i suoi progetti in Brasile.
Cristiano Prudente


Lascia una risposta

Devi essere loggato per inviare un commento.